Manifattura

«La nostra sfida è migliorare quello che facciamo già molto bene» Carlo Favorato, fondatore

I dettagli sono una cosa seria. Nella nostra concezione del lavoro, bottoni, ganci e rivetti non sono solo degli oggetti utili, sono dei veri e propri accessori per l’abbigliamento che, oltre ad avere una funzione pratica, decorano e abbelliscono i capi.
Per rendere questi accessori unici ed esclusivi, abbiamo scelto di tutelare la nostra manifattura made in Italy, caratterizzata dalla qualità che contraddistingue da sempre l’inconfondibile tradizione italiana, e di collaborare con stilisti ed esperti del settore per seguire e anticipare il più possibile le tendenze della moda.
Tutto questo con un occhio di riguardo nei confronti della sostenibilità ambientale.

Come nasce un bottone per jeans Spring ’85

Il progetto manifatturiero parte dalle bozze del nuovo bottone per jeans da realizzare. In fase di progettazione, il nostro ufficio tecnico si rapporta con il cliente per sviluppare in più fasi il rendering del bottone finale. Prototipare anche solo l’idea di uno stilista necessita, infatti, una forte competenza tecnica.
Va sottolineato che i prodotti che crea Spring ’85 rientrano in quella categoria chiamata “tranciato”, ovvero la tecnica tramite cui, con uno stampo, viene tranciata una calotta da un nastro di metallo, che può essere: ottone, rame, acciaio e ferro.
L’importanza dello stampo, derivato dal rendering in 3D, è quindi fondamentale. Per questo motivo viene testato diverse volte su piccoli lamierini di metallo, per vedere la resa della personalizzazione nel minimo dettaglio. La fase successiva è lo stampaggio vero e proprio delle calotte che andranno a comporre il nostro bottone. Derivando da nastri di metallo grezzo, le calotte vengono successivamente pulite e lucidate con dei prodotti specifici.
Il processo di lavaggio e lucidatura garantisce l’ottima base per galvanizzare il metallo. Le calotte vengono quindi mandate in galvanica assieme al campione colore che si desidera realizzare, e controllate in fase di rientro dal nostro Controllo Qualità, se conformi al campione colore inviato.
La fase successiva è quella dell’assemblaggio della calotta con la gradinata (ovvero il retro del bottone) e può essere manuale, per prodotti preziosi, oppure in macchina a seconda della necessità del prodotto. I nostri meccanici programmano le macchine per garantire l’assemblaggio corretto secondo il campione di riferimento, e dopo un’attenta cernita degli addetti ai lavori ed un ulteriore verifica dal nostro Controllo Qualità, il prodotto è pronto per essere confezionato.
Il magazzino con cura, sia tramite confezionatrice che a mano, ripone i prodotti in confezioni etichettate, pronte per essere spedite in ogni parte del mondo.
Ecco come nasce un bottone per jeans: con cura, precisione e stile.